.
Annunci online

locandasulfaro
ritrovo e rifugio del tempo perso


Diario


16 marzo 2014

Spezzatino degli ubriachi



1,8 kg di carne magra di vitello
1/2 L di vino rosso
1/2 L di passata di pomodoro
3 cipolle
3 spicchi d'aglio
Noce moscata
Pepe nero
Peperoncino tritato
Sale
Olio
Prezzemolo
Basilico

Tagliare la carne a piccoli tocchi e metterla in un recipiente fondo. Condirla con abbondante grattata di pepe e noce moscata; aggiungere foglie di basilico e rametti prezzemolo e ricoprire il tutto con il vino. 
Far marinare per 12 ore.
Soffriggere le cipolle con l'aglio in una pentola capiente e robusta. Togliere l'aglio e aggiungere la carne scolata. Far rosolare la carne per 10 minuti a fuoco medio, abbassare poi il fuoco al minimo e coprire con un coperchio, proseguire quindi per 45 minuti. Aggiungere 1/2 litro di passata di pomodoro (preferibile prepararla in precedenza) e il peperoncino e proseguire a fuoco bassissimo per altre due ore, mantenere sempre il coperchio e girare di frequente.
Salare al termine.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Cucina

permalink | inviato da locandasulfaro il 16/3/2014 alle 14:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 dicembre 2010

a volte ritornano

Non sono nemmeno sicuro di ricordare come fare a postare, anyway...

In principio fu la scoperta, poi maturò la curiosità e la voglia di provare,
infine trionfò come al solito la pigrizia, scenari e abitudini mutarono completamente e restò quindi solo il piacere di seguire quelli cui più mi ero affezionato e che più mi divertivano/divertono.
Period.
Quanto sopra descrive tutta la mia esperienza con il mondo dei blog.
Perché scriverlo ora o, soprattutto, semplicemente perché scriverlo?
Semplice, sono un sentimentale-possessivo-conservatore-pigro che non riesce mai a staccarsi del tutto dalle vecchie abitudini ed esperienze, principalmente perché riconosce quanto gli è costato intraprenderle e dedicare loro tempo e energie.
E se scriverlo ora non ha comunque senso, nemmeno per giustificare una mancata meritata chisura di un blog allo stato vegetativo, tanto meglio: il "non aver senso" rappresenta, e senz'altro meglio di qualsiasi altra definizione, l'anima stessa di questo blog.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lapidi

permalink | inviato da locandasulfaro il 29/12/2010 alle 1:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


13 dicembre 2009

ops

come al solito ho fatto casino.




permalink | inviato da locandasulfaro il 13/12/2009 alle 4:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


13 dicembre 2009

condanne

dannato lupo...
e maledetto pelo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 'azz...

permalink | inviato da locandasulfaro il 13/12/2009 alle 4:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 dicembre 2009

maledizioni

dannato lupo...
e maledetto pelo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 'azz...

permalink | inviato da locandasulfaro il 13/12/2009 alle 4:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


13 ottobre 2009

araba fenice

 fenice image
               prima o poi.
                   spero...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. locandasulfaro melodrammatico

permalink | inviato da locandasulfaro il 13/10/2009 alle 0:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


29 aprile 2009

far ordine nella mia soffitta

 "A" è un individuo che si comporta in un certo modo.
"B" è un altro individuo. Dovrebbe essere il miglior alleato di A, tanto che vive esclusivamente della luce di A, però spesso lo attacca pesantemente e pubblicamente; magari anche a ragione.
"C" è... boh, non so esattamente che cosa sia  C, dovrebbe essere avversario di A, però non è mai in grado di attaccarlo o di metterlo seriamente in difficoltà. Quindi C, per contrastare A, appena ne ha l'occasione, si rifà a quanto dice B (in merito ad A).
Sia A che C esistono esclusivamente per rappresentare X.
"X" è il Tutto. Dovrebbe essere il vero datore di lavoro di A e B, il loro referente ultimo, ma in realtà è relegato a semplice spettatore.
Provando a mettere un po' di ordine:
- B è furbo ma disonesto. Sputare nel piatto in cui mangi, specie dopo aver terminato il pasto, denota faccia tosta e ipocrisia.
- C è il nulla completo, anzi peggio: è stupido. Sfruttare B per attaccare A mette in evidenza la sua incapacità di giudizio e incompetenza; inoltre, gratificare B di un'importanza che non gli appartiene, di riflesso potenzia ulteriormente A.
- A è semplicemente furbo. Stop.
- X, almeno in parte, è preda di un continuo e variegato malessere: capisce che il Tutto è a completa discrezione di A, che detesta. Se ne sbatte di B e schifa C.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bla bla bla

permalink | inviato da locandasulfaro il 29/4/2009 alle 1:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


26 aprile 2009

spaghetti all'astice

per 7 persone:

Soffriggere l'aglio in padella con olio d'oliva.
Fare a tocchi cinque astici (freschi) di piccole dimensioni e metterli in padella.
Dopo alcuni minuti, e dopo un bicchiere di vino (uno per gli astici, almeno tre o quattro per il cuoco), aggiungere la passata di pomodoro, possibilmente già preparata in precedenza, e continuare la cottura per una ventina di minuti a fuoco medio. Giunti quasi al termine della cottura aggiungere un po' di noce moscata e un cucchiaio di buccia di limone grattugiata.
Preparare gli spaghetti (quantità in relazione alla razza dei commensali) e scolarli al dente. 
Condire gli spaghetti nella padella con l'astice e servire.

Buon appetito


ps: armarsi di schiaccianoci o, esclusivamente per i più raffinati, di pinze da elettricista per le chele...
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. crepi il dietologo

permalink | inviato da locandasulfaro il 26/4/2009 alle 1:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


1 aprile 2009

.

 
trovata qui.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sfere

permalink | inviato da locandasulfaro il 1/4/2009 alle 19:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


27 marzo 2009

ARRRGHH!

ALLUCINANTE! ANF... ANF...anf..... fiuuu!

Per un unico ma intensissimo attimo ho avuto l'impulso di commentare un post che trattava di calcio. Atroce, non mi era mai capitato prima.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. spasmi

permalink | inviato da locandasulfaro il 27/3/2009 alle 2:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


25 marzo 2009

burp!

Regalino dell'insonnia (e di qualche ora di televisione di troppo):
Osservi, rifletti, e il senso di disgusto diventa sempre più fastidioso, fino a quando il tutto lascia lo stomaco per salire su e trasformarsi prima in agitazione e subito dopo in panico. Giusto il tempo di iniziare a scorgere le somiglianze.

Meno male che poi arriva puntuale il sano cinismo...


23 marzo 2009

uva


trovata qui.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. arsura

permalink | inviato da locandasulfaro il 23/3/2009 alle 3:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


12 marzo 2009

cin cin

alcuni amici, una cena e una gara tra intenditori...

Sì, il tuo vino non è male, però io preferisco quelli da tavola che trovi a due euro e che sono più leggeri. Comunque, sul vino, io parlo da ignorante.

E allora perchè non stai zitto?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. perle ai porci

permalink | inviato da locandasulfaro il 12/3/2009 alle 2:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


21 gennaio 2009

forma e sostanza

La forma in qualche modo ancora tiene,
la sostanza prosegue invece il suo declino.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. come vi pare

permalink | inviato da locandasulfaro il 21/1/2009 alle 16:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


24 novembre 2008

LOL

Lots of laughs... lots of laughs...
maledetti, ho dovuto soffrire per due anni prima di sapere.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. a piccoli passi fanculo

permalink | inviato da locandasulfaro il 24/11/2008 alle 3:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa


21 novembre 2008

pubblicità

 Terminata la visione del programma di Santoro mi è rimasta dentro solo una sensazione di fastidio.
Non sopporto quando un conduttore, per ragioni di frivola suspence, blocca un intervento nel momento più importante: la fase propositiva.
Per tutta la serata non è avvenuto altro: Santoro ha sempre fermato ciascuno dei suoi ospiti (solo alcuni competenti) proprio quando, dopo una sempre lunga, confusa e pallosa analisi, questi si accingeva ad offrire la propria soluzione. Il tutto veniva sempre rimandato al termine dello spazio pubblicitario, con il risultato di non rimandare proprio un bel niente; puntualmente, infatti, ogni ripresa in onda avveniva con un nuovo servizio che spostava la questione e lasciava i contraddittori precedenti senza soluzione. Mediocre.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. aria fritta anguille

permalink | inviato da locandasulfaro il 21/11/2008 alle 1:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


18 novembre 2008

piccolo il mondo...







permalink | inviato da locandasulfaro il 18/11/2008 alle 3:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


22 luglio 2008

via, via...

Trasloco del faro e della locanda, e' ormai giunto il tempo: si cambia isola.
Saro' via per un tempo indefinito, il tempo per provare a ritrovare e ristabilire una nuova isola;
se sara' possibile. Nessun saluto e nessun addio, solo un augurio di buona sorte a tutti.

locandasulfaro







permalink | inviato da locandasulfaro il 22/7/2008 alle 16:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


9 luglio 2008

E sia...

Tirato in ballo per le 'recchie da due tra le mie centinaia di lettori, butto giu' due personali testimonianze e considerazioni sulle feste ameregane:

Testimonianze.
Giornata serena e piacevole, nonostante le condizioni meteo non esaltanti. Pic-nic nel parco dirottato nel terrazzo parzialmente coperto di alcuni amici (vista mozzafiato della citta'). Bel melting-pot (si scrive cosi'? E, soprattutto, ha quel significato??) di etnie: italiana, indonesiana, pakistana, giapponese, francese, americana e sarda. Abbiamo mangiato e bevuto per sette ore ininterrottamente e, incredibilmente, non e' deceduto nessuno. Giochi e lazzi durante la serata, taboo (il giochino in cui devi far indovinare alla tua squadra un certo termine senza pronunciare alcune parole attinenti) l'ha fatta da padrone; per la cronaca: io quel gioco lo detesto anche nella versione italiana, figuriamoci quella inglese dove, spesso, ti ritrovi a dover far indovinare un termine di cui ignori il significato... Ad ogni modo la serata e' trascorsa tranquilla fino all'evento della giornata: i fuochi d'artificio. Allo scoccare delle 21 tutti seduti (si, sarebbe stato meglio andare a vederli dal vivo, ma il tempo faceva pena e poi seguire in tv qualcosa che accade dietro casa tua ha decisamente un sapore piu' fighetto-metropolitano...) di fronte ad uno schermo di qualche centinaia di pollici per seguire i fuochi. Sono l'evento che caratterizza la festivita' del 4 Luglio, la ricorrenza dell'indipendenza, ed effettivamente sono molto belli. A New York quelli piu' belli sono organizzati da un noto (per chi e' stato a NY) centro commerciale, superiori anche a quelli organizzati dal comune, tutte le televisioni si sintonizzano su quelli e pare che lo scorso anno le spese per i fuochi abbiano raggiunto i 16 milioni di dollari. Una trentina di minuti di botti e musiche e poi si e' chiusa la baracca. Dopo i fuochi ognuno e' andato per la sua strada: i giusti a casa, i poco di buono in giro per qualche quartiere poco raccomandabile della citta'. Fine delle prolisse testimonianze.

Considerazioni.
Gli americani sono i maestri delle aspettative. Provo a spiegarmi: ogni festa, ogni evento, qualsiasi ricorrenza e' caricata al massimo. Bisogna tenere a mente che sono la patria della pubblicita' moderna, quindi per i giorni o le settimane antecedenti l'evento ti bombardano e ti caricano con tutti i mezzi di comunicazione a disposizione. Il perche' di questo bombardamento e' molto semplice: sfruttare l'euforia dell'evento per venderti qualcosa. La sensazione che alla fine ti pervade e' che tu stia per essere partecipe di un qualcosa di incredibile ed irripetibile, la tua aspettativa inconscia si forma per i fatti suoi e, anche se poi in realta' non te ne frega nulla, cresce ugualmente. Alla fine, pero', se confrontato con il nostro modo di festeggiare un evento, il momento culmine del festeggiamento e' (quasi sempre) poco piu' che mediocre, tutto si risolve in fretta e tutto si sbaracca anche piu' in fretta e gelidamente, senza nessuno strascico emotivo, un on-off fulmineo ed inesorabile. Ti resta quindi una sfuggente sensazione di un'aspettativa non soddisfatta; o almeno non completamente, oppure certamente non come ti saresti aspettato. Insomma ti viene il dubbio che non sappiano realmente godersi una festa. Almeno questo e' quanto mi viene da pensare dopo averle vissute (le festivita') praticamente tutte. Unica eccezione (naturalmente sempre secondo me e sempre per rispettare il fatto che non esista una regola senza eccezione) e' rappresentata dal Thanksgiving day: certamente la festivita' piu' sentita e piu' amata, e certamente la piu' onorata. Fine delle personali considerazioni.



3 luglio 2008

a lunedi'

 
 trovata qui.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 4 Luglio

permalink | inviato da locandasulfaro il 3/7/2008 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre       
 
 




blog letto 221526 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
l'oste ai fornelli
perder tempo
jukebox della locanda

VAI A VEDERE

astrid nausicaa
barbara
chinaski77
comablog
da scoprire
Erasmo
faustoraso
germanynews
gogobub
malvino
marcoz
phastidio


scrivi all'oste:
locandasulfaro@gmail.com 



 perle di saggezza:

“La pigrizia è il rifiuto di fare non soltanto ciò che annoia, ma anche quella moltitudine di atti che senza essere, a rigore, noiosi, sono tutti inutili; allora la pigrizia dev’essere considerata una fra le manifestazioni piú sicure dell’intelligenza”.

 

Henry de Montherlant



This is, perhaps, the greatest form of anonymity.
 
 Anonymous 


Le prestazioni devono essere sempre più "forti" per competere non si sa contro che cosa.....
solo un modo per sprecare nella dissennatezza la propria umanità.

Specchio


La felicità

C'è un'ape che si posa
su un bottone di rosa:
lo succhia e se ne va...
Tutto sommato, la felicità
è una piccola cosa.

Trilussa



da lontano

A te che l'orizzonte miri
e la bonaccia temi
i porti piú lontani
cercando vai pel blu :
gettami in mare
se questo viaggio

sto a ostacolare.
A te che né catene

né miti e falsi dei
potranno mai ingannare
gettami in mare
se la tua corsa
fó rallentare.
Ed il ciel tu scruti
e i turbini non temi
spedito
in mezzo ai flutti
forte
del
tuo destin :
gettami in mare
'ché la tempesta
non so affrontare
e con le stelle
mai orientare.
Le verdi alghe
saranno cibo
gli scogli freddi
mia nuova casa
saró sirena
dentro una rete
saró la rena
sopra le squame.
A te che pensi
solo al viaggio
e al non ritorno :
gettami in mare
se controvento
non so remare.
O Capitano
sul tuo vascello
prego soltanto
che io quel giorno
capace sia
ancor di nuotare.
Saró la perla
e la conchiglia
saró la goccia
sopra la vela
la brezza fresca
che ti accarezza
saró polena
per la tua prua.

 Alessia



Quando non si ha dimestichezza con il diritto puo' capitare nache questo...

 

Questo blog, ai sensi di un qualche non rimembrato articolo, non puo’ esser considerato e non rappresenta in alcun modo una testata giornalistica.

E ci mancherebbe! Sarebbe allo stesso tempo comico e pietoso se fosse altrimenti!

Pertanto l’autore, che gia’ al definirsi ”autore” risente di conati psichici di profondo imbarazzo, non puo’ esser considerato responsabile di quanto segue:

-          commenti altrui, in forma anonima o palese (del resto se son “altrui” come cazzo potrebbe esserne responsabile???).

-          post e commenti propri; cio’ in quanto completo ignorante in materia di diritto (come in molte altre d’altro canto…) e quindi da considerarsi alla stregua di un minore (o meglio, minorato) che commette infrazioni alla legge.

Le immagini presenti in questo blog rappresentano, quasi tutte, il frutto di un efferata, continuata e compiaciuta frode su internet. A propria discolpa, qualora venisse snidato,  l’autore ha l’impudenza di asserire di aver quasi sempre indicato la fonte da cui le ha ladrate.

Mi permetto a tal punto di rivolgere un appello, sia agli autori delle foto o dei testi che son stati oggetto di grassazione, sia a chiunque , incespicando di qui per caso, si sia sentito in qualche modo offeso, insultato, denigrato, violato o danneggiato da qualsiasi cosa abbia qui trovato o letto:

Siate magnanimi e dimostrate superiorita’.

L’autore agisce e si comporta sempre in maniera inconscia, quando addirittura non incosciente, semplicemente non ha la piu’ pallida idea di quello che fa, dice, scrive, pensa e qualche volta mangia (ma questo forse non c’entra…).

Accettatelo dunque, tolleratelo e perdonatelo, come d’altro canto e’ d’uso comune fare nei confronti dello scemo del villaggio.

Vogliate unicamente comunicargli, in qualsiasi modo riteniate opportuno, tutto il vostro risentimento e disprezzo nei confronti di quel post o quell’altro e lui, garantisco, si adoperera’ immantinente per la relativa rimozione.

Ed ora, che quanto v’era da dirsi s’e’ detto, sia che abbiate concesso il vostro perdono o meno, sia che abbiate imposto la vostra censura o meno, usateci quantomeno la cortesia di levarvi dalle palle…

 

 

Quanto avete appena letto rappresenta il  bieco e penoso tentativo di tutela, di un palese squilibrato, per eventuali danni arrecati a terzi particolarmente suscettibili e pallosi. Qualsiasi suggerimento per renderlo maggiormente “aggraziato” sara’ particolarmente gradito e doverosamente ponderato.

CERCA