.
Annunci online

locandasulfaro
ritrovo e rifugio del tempo perso


Diario


16 marzo 2014

Spezzatino degli ubriachi



1,8 kg di carne magra di vitello
1/2 L di vino rosso
1/2 L di passata di pomodoro
3 cipolle
3 spicchi d'aglio
Noce moscata
Pepe nero
Peperoncino tritato
Sale
Olio
Prezzemolo
Basilico

Tagliare la carne a piccoli tocchi e metterla in un recipiente fondo. Condirla con abbondante grattata di pepe e noce moscata; aggiungere foglie di basilico e rametti prezzemolo e ricoprire il tutto con il vino. 
Far marinare per 12 ore.
Soffriggere le cipolle con l'aglio in una pentola capiente e robusta. Togliere l'aglio e aggiungere la carne scolata. Far rosolare la carne per 10 minuti a fuoco medio, abbassare poi il fuoco al minimo e coprire con un coperchio, proseguire quindi per 45 minuti. Aggiungere 1/2 litro di passata di pomodoro (preferibile prepararla in precedenza) e il peperoncino e proseguire a fuoco bassissimo per altre due ore, mantenere sempre il coperchio e girare di frequente.
Salare al termine.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Cucina

permalink | inviato da locandasulfaro il 16/3/2014 alle 14:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre       
 
 




blog letto 235646 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
l'oste ai fornelli
perder tempo
jukebox della locanda

VAI A VEDERE

astrid nausicaa
barbara
chinaski77
comablog
da scoprire
Erasmo
faustoraso
germanynews
gogobub
malvino
marcoz
phastidio


scrivi all'oste:
locandasulfaro@gmail.com 



 perle di saggezza:

“La pigrizia è il rifiuto di fare non soltanto ciò che annoia, ma anche quella moltitudine di atti che senza essere, a rigore, noiosi, sono tutti inutili; allora la pigrizia dev’essere considerata una fra le manifestazioni piú sicure dell’intelligenza”.

 

Henry de Montherlant



This is, perhaps, the greatest form of anonymity.
 
 Anonymous 


Le prestazioni devono essere sempre più "forti" per competere non si sa contro che cosa.....
solo un modo per sprecare nella dissennatezza la propria umanità.

Specchio


La felicità

C'è un'ape che si posa
su un bottone di rosa:
lo succhia e se ne va...
Tutto sommato, la felicità
è una piccola cosa.

Trilussa



da lontano

A te che l'orizzonte miri
e la bonaccia temi
i porti piú lontani
cercando vai pel blu :
gettami in mare
se questo viaggio

sto a ostacolare.
A te che né catene

né miti e falsi dei
potranno mai ingannare
gettami in mare
se la tua corsa
fó rallentare.
Ed il ciel tu scruti
e i turbini non temi
spedito
in mezzo ai flutti
forte
del
tuo destin :
gettami in mare
'ché la tempesta
non so affrontare
e con le stelle
mai orientare.
Le verdi alghe
saranno cibo
gli scogli freddi
mia nuova casa
saró sirena
dentro una rete
saró la rena
sopra le squame.
A te che pensi
solo al viaggio
e al non ritorno :
gettami in mare
se controvento
non so remare.
O Capitano
sul tuo vascello
prego soltanto
che io quel giorno
capace sia
ancor di nuotare.
Saró la perla
e la conchiglia
saró la goccia
sopra la vela
la brezza fresca
che ti accarezza
saró polena
per la tua prua.

 Alessia



Quando non si ha dimestichezza con il diritto puo' capitare nache questo...

 

Questo blog, ai sensi di un qualche non rimembrato articolo, non puo’ esser considerato e non rappresenta in alcun modo una testata giornalistica.

E ci mancherebbe! Sarebbe allo stesso tempo comico e pietoso se fosse altrimenti!

Pertanto l’autore, che gia’ al definirsi ”autore” risente di conati psichici di profondo imbarazzo, non puo’ esser considerato responsabile di quanto segue:

-          commenti altrui, in forma anonima o palese (del resto se son “altrui” come cazzo potrebbe esserne responsabile???).

-          post e commenti propri; cio’ in quanto completo ignorante in materia di diritto (come in molte altre d’altro canto…) e quindi da considerarsi alla stregua di un minore (o meglio, minorato) che commette infrazioni alla legge.

Le immagini presenti in questo blog rappresentano, quasi tutte, il frutto di un efferata, continuata e compiaciuta frode su internet. A propria discolpa, qualora venisse snidato,  l’autore ha l’impudenza di asserire di aver quasi sempre indicato la fonte da cui le ha ladrate.

Mi permetto a tal punto di rivolgere un appello, sia agli autori delle foto o dei testi che son stati oggetto di grassazione, sia a chiunque , incespicando di qui per caso, si sia sentito in qualche modo offeso, insultato, denigrato, violato o danneggiato da qualsiasi cosa abbia qui trovato o letto:

Siate magnanimi e dimostrate superiorita’.

L’autore agisce e si comporta sempre in maniera inconscia, quando addirittura non incosciente, semplicemente non ha la piu’ pallida idea di quello che fa, dice, scrive, pensa e qualche volta mangia (ma questo forse non c’entra…).

Accettatelo dunque, tolleratelo e perdonatelo, come d’altro canto e’ d’uso comune fare nei confronti dello scemo del villaggio.

Vogliate unicamente comunicargli, in qualsiasi modo riteniate opportuno, tutto il vostro risentimento e disprezzo nei confronti di quel post o quell’altro e lui, garantisco, si adoperera’ immantinente per la relativa rimozione.

Ed ora, che quanto v’era da dirsi s’e’ detto, sia che abbiate concesso il vostro perdono o meno, sia che abbiate imposto la vostra censura o meno, usateci quantomeno la cortesia di levarvi dalle palle…

 

 

Quanto avete appena letto rappresenta il  bieco e penoso tentativo di tutela, di un palese squilibrato, per eventuali danni arrecati a terzi particolarmente suscettibili e pallosi. Qualsiasi suggerimento per renderlo maggiormente “aggraziato” sara’ particolarmente gradito e doverosamente ponderato.

CERCA